venerdì 25 ottobre 2013

Acqua Sant'Anna :sentirsi bene...da dentro

Ciao tesorine , oggi vi parlo di una cosa importantissima, l’acqua. Indispensabile per il nostro organismo e perla cura della nostra pelle  iniziando dall’ interno.
Infatti abbiamo bisogno di due litri di acqua al giorno e se questo viene compensato da un acqua ke ha delle ottime caratteristiche organolettiche si beve ancora  di più con piacere .
Nel 2013 Acqua sant’anna è stata eletta prodotto dell’anno anche grazie al suoo ttimo the .
L’acqua è povera di sodio e aiuta nella digestione, indicata anche per anziani e bambini da finalmente  il  piacere di bere e sentirsi bene, soprattutto è indicata nelle diete povere di sodio  per stimolare appunto la diuresi e dare un effetto drenante che compatte la ritenzione idrica e la celluite.
Sant’Anna è una storia di successo tutta italiana, non solo per la crescita in quota di mercato e di fatturato: sono i consumatori a premiarla ogni giorno, scegliendola per la sua eccezionale leggerezza che nasce dal cuore delle Alpi piemontesi, per il suo bassissimo contenuto di sodio e di residuo fisso, per l’assenza di nitriti, per la bassa durezza e per essere un’acqua minerale indicata per i neonati. Lo stabilimento a Vinadio, all’avanguardia nel mondo, si sviluppa su 60.000 metri quadri di superficie. Una rete di 400 km di tubazioni in acciaio inox incalana l’acqua dalla sorgente verso le dieci linee di imbottigliamento che consentono una capacità produttiva di 310 mila bottiglie all’ora (7,5 milioni al giorno). Sono presenti ben 11 serbatoi in acciaio inox da un milione di litri per raccogliere le acque. Tutti i processi sono completamente automatizzati dall’imbottigliamento alla pallettizzazione, fino alla formazione del carico sugli autotreni (sino a 240 al giorno - logistica su rotaia per 29 depositi in tutta Italia). Prezioso in questo contesto il supporto dei 18 robot semoventi su un percorso laser, sulla base degli input trasmessi a un cervello centrale. All’interno dello stabilimento (certificazione di qualità ISO 9001:2000) è costante il controllo chimico-batteriologico dell’acqua di sorgente e il rispetto del protocollo HACCP (Hazard Analysis Critical Control Points) per i passaggi produttivi a rischio, garantendo così la qualità assoluta del prodotto imbottigliato.
Le sorgenti di Sant’Anna sono tra le più alte in assoluto, nel cuore delle alpi piemontesi: non ci sono insediamenti industriali, non ci sono campi concimati, non ci sono pascoli intorno, non c’è nulla, salvo la natura incontaminata e l’acqua che sgorga. Nasce da qui la consapevolezza di avere un vero e proprio obbligo di responsabilità sociale nei confronti dell’ambiente circostante. Recentissimo è l’arrivo di Bio Bottle, la prima bottiglia eco-sostenibile, la prima e unica al mondo nel formato 1,5 litri. Sant’Anna Bio Bottle è compostabile: mentre si conserva come le bottiglie di plastica tradizionale, si biodegrada completamente in 80 giorni negli appositi siti di compostaggio.
Con un’acqua che ha origini  antiche risalenti al ‘500 dei suoi benefici, non può non essere presa in considerazione soprattutto per il rapporto qualità/prezzo. Lascio i link dell’azienda per contatti e  per visitare la loro pagina e il loro sito.

 Telefono Servizio Consumatori: 0171.959433 
 Email: info@santanna.it

Nessun commento:

Posta un commento